Le Danze Orientali e del Ventre

La danza orientale, in lingua originale Raqs Sharqi, è un’arte antica le cui origini sembra risalgano ai culti religiosi della “Madre Terra” praticati nelle antiche società matriarcali della Mesopotamia. In passato veniva usata per propiziare la fertilità e celebrare il parto. Era anche l’elemento essenziale delle festività agricole, infatti con la danza si chiedeva agli dei il buon esito del raccolto.

 E’ stata tramandata e reiventata nei secoli fino a diventare patrimonio etnico delle popolazioni del sud del mediterraneo fino alla Turchia e in parte alla Grecia. L’Occidente scoprì l’esistenza di questo mondo nell’Ottocento grazie a viaggiatori francesi orientalisti e fece subito di questa danza il simbolo di una sensualità orientale da sogno.

 

I benefici
E’ una danza adatta a tutte le età, non ha controindicazioni se studiata seguendo i consigli di un’attenta insegnante (può essere fatta anche in gravidanza).

Potenzia la muscolatura di gambe, glutei, busto e braccia. Rende il corpo flessuoso e allungato. Dona una postura corretta ed elegante sciogliendo tutte le tensioni muscolari, in particolare della zona lombare. I movimenti vibrati attivano la circolazione. Dona maggiore consapevolezza del proprio corpo (anche organi interni) e favorisce una maggiore fiducia in sé stesse(in quella pubblica).

Aiuta a scrollare tutte le negatività accumulate durante la quotidianità e a condividere un momento di gioia con altre donne.

 

Le lezioni
La prima mezz’ora si dedica a un attento riscaldamento di tutta la muscolatura per poi passare allo studio delle tecniche di isolamento dei vari segmenti del corpo (testa, spalle, busto, bacino).

Si affronterà lo studio delle figure principali di questa danza e le loro possibili combinazioni, fino ad arrivare a coreografie e momenti di danza in libertà.

Al termine di ogni lezione si dedicheranno alcuni minuti al rilassamento muscolare e allo stretching.

 

Abbigliamento
Si consiglia un abbigliamento comodo che permetta di eseguire con tranquillità gli esercizi di riscaldamento. Un pantalone e una canottiera, top o body sono l’ideale. Non è previsto l’uso di calzature.